Soluzioni per l'udito

euroacustica Soluzioni per l'udito

Bambini

I primi segnali d'allarme


I bambini che presentano dei gradi di ipoacusia imparano immediatamente a compensare la mancanza dei segnali uditivi con una maggiore sensibilità dettata dagli imput ambientali, come per esempio la vibrazione del pavimento, lo spostamento d’aria, i cambiamenti di luce prodotti da una porta che si apre o si chiude.

Per questo motivo, le loro reazioni sembrano quasi normali e a volte ingannno i genitori rendendo difficile la valutazione di una capacità uditiva. Ma in casi, ove vi è il sospetto di una perdita uditiva, è assolutamente prioritaria l’identificazione precoce delle capacità recettive del minore.

Avviando tempestivamente le basi e la strategia per un’intervento protesico riabilitativo, in grado di operare durante il periodo di plasticità cerebrale del minore. Diversi studi hanno dimostrato che i bambini ipoacusici possono sviluppare abilità linguistiche simili ai bambini normoudenti quando viene applicato l’apparecchio acustico prima dei 6 mesi di vita.

Affidarsi a centri audioprotesici riconosciuti con all’interno Audioprotesisti qualificati permette ai genitori di ottenere un supporto spicologico e professionale fondamentale per vivere appieno e partecipare il percorso riabilitativo connesso con altre figure sanitarie del settore.

Pertanto, l’Audioprotesista qualificato potrà garantire che il bambino riceva tutti i vantaggi della tecnologia più evoluta ed i benefici del percorso protesico riabilitativo, eseguendo i controlli periodici sull’efficacia dell’applicazione protesica e sulle regolazioni necessarie agli apparecchi acustici.